Cosa vedere ad Abu Dhabi

0
abu-dhabi

Quando si organizza un viaggio negli Emirati Arabi, una visita ad Abu Dhabi è praticamente d’obbligo. Viene infatti proposta come una delle destinazioni principali di moltissimi tour per via del suo affascinante mix tra antico e moderno.

Molti paragonano Abu Dhabi a Dubai: per alcuni versi il paragone è in effetti piuttosto calzante, ma esistono comunque delle differenze tra le due località. Ad esempio, Abu Dhabi possiede un patrimonio naturalistico molto diverso da quello di Dubai ed è incastonata in un bellissimo contesto paesaggistico che affascina tutti i visitatori.

Quando si programma un tour in queste zone del mondo, la principale domanda da porsi è quindi: cosa vedere ad Abu Dhabi per cogliere il meglio della sua offerta? Quali sono le sue principali attrazioni e luoghi di interesse?

Gran Moschea dello Sceicco Zayed

Una delle principali attrazioni, inserita in molti dei tour che coinvolgono la città, è senza dubbio la Moschea Zayed. Viene considerata un vero e proprio gioiello di modernità ed è spesso menzionata tra le moschee più belle che si possono visitare negli Emirati Arabi.

L’edificio è stato realizzato su oltre 1000 colonne caratterizzate da capitelli in materiali pregiati come oro e altre pietre preziose. L’architettura di questo edificio di culto fa anche un largo uso del marmo bianco, creando un impatto estetico di sicuro effetto per i visitatori.

La moschea è stata costruita per volontà dello Sceicco Zayed nel 2007 ed aveva l’obiettivo di integrare i più preziosi valori storici con le diversità culturali del mondo islamico e la modernità dell’arte.

Da non perdere sono i bellissimi mosaici presenti nel suo cortile interno e impossibili da non notare anche i diversi lampadari realizzati con cristalli Swarovski. All’interno della moschea è presente inoltre una delle più ricche biblioteche islamiche al mondo e un enorme tappeto persiano riccamente decorato.

Mangrove National Park

Per tutti gli appassionati di ambientazioni naturali, una visita al Mangrove National Park è sicuramente consigliata. Questa riserva è perfetta per staccare dall’ambiente cittadino e immergersi in un tour in mezzo alla natura.

Il Mangrove National Park è visitabile a piedi ma, per i più sportivi, è anche possibile organizzare delle escursioni in kayak tra le mangrovie presenti che caratterizzano la zona marina di Abu Dhabi.

Isola di Saadiyat

Senza allontanarsi troppo da Abu Dhabi, se il tempo lo permette è sempre consigliabile visitare anche l’Isola di Saadiyat, situata in posizione nord rispetto alla città. In quest’area sono presenti moltissime opere ancora in fase di costruzione, ma altre sono già visitabili dai turisti.

Caratteristica dell’Isola di Saadiyat è sicuramente la sua natura incontaminata: questo luogo racchiude infatti un patrimonio naturalistico incredibile per la zona di Abu Dhabi e sono presenti qui anche meravigliose spiagge inserite in un contesto da cartolina, affacciate su un mare bellissimo e dotate di sabbia sottile.

Etihad Towers

Da qualunque zona di Abu Dhabi è praticamente impossibile non notare le Etihad Towers: conosciuto proprio per la sua imponenza e maestosità, questo complesso è composto da diverse torri ospitanti non solo lussuosissimi appartamenti, ma anche uffici e hotel. La vista dalle vetrate della torre è davvero incredibile e permette di scorgere chiaramente il golfo della città e le isole, fino allo sconfinato deserto in lontananza.

Abu Dhabi non è di certo una meta turistica a due passi dell’Italia, ma sono numerose le compagnie aeree che hanno collaudati voli per raggiungerla senza troppo impegno. Vale comunque la pena organizzare una vacanza di più giorni in questi territori, perché sarebbe impossibile goderne delle atmosfere con un semplice toccata e fuga. Perfetta soprattutto nella stagione invernale per sfuggire al freddo rigido, rimane una destinazione ideale in ogni periodo dell’anno.