Ristrutturazione di facciate: ecco perché conviene intervenire

0
condominio

Capita spesso e volentieri di notare che la facciata di un condominio sia oggetto di una serie di danni, anche piuttosto evidenti e visibili a occhio nudo. Tra crepe, problemi di intonaco e tanto altro, l’unica cosa che si può fare in questi casi è intervenire il prima possibile.

È chiaro che, in questi casi, serve affidarsi solo ed esclusivamente ad aziende che abbiano una certa esperienza nel campo della ristrutturazione di facciate di varie tipologie di edifici e condomini. Arteco propone ristrutturazioni di facciate a Parma sfruttando il bonus fiscale e garantisce certamente la possibilità di ottenere un servizio dall’ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Cosa prevede il rifacimento della facciata

In realtà, sono numerosi i lavori che si possono ricollegare a questo tipo di operazione. Infatti, la scelta di come e dove intervenire dipende sempre e comunque sia dal grado che dal tipo di danni che si possono vedere sulla facciata di un condominio piuttosto che di altre strutture abitative, ma anche da quelli che non sono visibili in superficie.

Sono essenzialmente tre le tipologie di intervento che hanno ad oggetto una facciata di un edificio. Si tratta di lavorare su degli elementi della facciata, ma anche della tinteggiatura, senza dimenticare l’applicazione di uno strato di intonaco.

È piuttosto facile notare come, spesso e volentieri, l’intonaco della facciata del condominio presenti una serie di crepe che si possono notare molto facilmente. Tale intonaco tende a scrostarsi e a rompersi in maniera progressiva. Quando si interviene in questi casi, spesso e volentieri si decide di provvedere alla rimozione del materiale, che risulta essere chiaramente in una fase di decadimento, per poi applicare un altro strato di intonaco e, solo a questo punto, procedere con la tinteggiatura.

Perché conviene optare per la riqualificazione delle facciate

Tutti questi interventi, nella maggior parte dei casi, vengono effettuati nel momento in cui i danni sono talmente evidenti che non si può più rimandare. Serve riqualificare le facciate a maggior ragione quando su tali superfici sono presenti dei danni che derivano da infiltrazioni oppure dall’umidità.

Lavorare sull’involucro esterno di un edificio vuol dire essenzialmente raggiungere una migliore qualità dal punto di vista estetico, ma anche ottenere un livello di prestazioni energetiche più alto. Infine, c’è la possibilità di usufruire di una serie di benefici e detrazioni fiscali per lo svolgimento di queste attività di ristrutturazione.

La spesa da affrontare

Il costo di intervenire con una ristrutturazione della facciata di un condominio non è così elevato come si potrebbe anche pensare. È necessario tenere in considerazione come il costo complessivo dell’intervento è pari all’incirca a 65-100 euro al metro quadro. In effetti, però, spesso e volentieri il calcolo per la cifra totale esatta da sostenere non è così semplice, visto che ci sono diverse variabili che possono modificare la spesa. Ad esempio, si tratta sia dello stato in cui si trova l’edificio, ma anche del tempo che serve all’impresa edile per poter portare a compimento i vari lavori.

In definitiva, è bene mettere in evidenza come l’operazione di rifacimento della facciata dovrebbe essere svolta con una cadenza compresa tra 10 e 15 anni. Così facendo, ci si occuperà non solamente del mero aspetto estetico della casa, ma anche di aumentare il livello di protezione rispetto alle intemperie climatiche. Prima di iniziare qualsiasi lavoro simile, però, è fondamentale occuparsi di valutare lo stato in cui si trova la struttura, così come anche la storia che l’ha caratterizzata fin a quel momento. Solo in questa maniera si possono individuare gli interventi che sono effettivamente adeguati a tale scopo e alle caratteristiche dell’edificio. Se si interviene in modo non corretto, il rischio è quello di provocare una vera e propria compromissione della facciata e peggiorare ancora di più i danni che sono già presenti e renderli ancora più visibili.