TIM e Comau: l’accordo per implementare le soluzioni IoT nel mondo manifatturiero

0
tim

Grande passo per la crescita del mercato IoT (Internet of Things) in Italia: TIM e Comau hanno infatti siglato un accordo che si pone l’obiettivo di implementare, attraverso soluzioni di Industria 4.0, la trasformazione digitale delle imprese attive nel mondo manifatturiero.

Le parole di Gubitosi

Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato e Direttore Generale di TIM, ha commentato con parole favorevoli il sopra citato accordo, che vedrà i due colossi, a seguito di un periodo di sperimentazione della durata di due anni, impegnarsi nello sviluppo di servizi e di prodotti nell’ambito IoT, sfruttando l’efficienza della connettività 5G, dell’Edge Cloud, della robotica e dell’AI.

Anche se l’ufficializzazione dell’accordo è arrivata da poco, si parla già del primo frutto della sinergia operativa tra il gruppo TIM e l’azienda di FCA, partner tecnologico. Si tratta della soluzione denominata Industrial IoTIM powered by Comau.

Grazie ad essa, entrambi i colossi mirano a fornire alle aziende del mondo manifatturiero un ausilio per il monitoraggio e la diagnostica da remoto dei macchinari industriali. In virtù della sinergia tra connettività ultrabroadband, servizi di Edge Cloud, tecnologia della piattaforma in Grid, robotica e soluzioni IoT di TIM, questa soluzione 4.0 consentirà alle realtà aziendale che l’adotteranno – e che avranno la possibilità di usufruire dei benefici fiscali previsti dalla normativa vigente – di risparmiare tempo e soldi attraverso la manutenzione predittiva dei propri macchinari.

Un oggettivo valore aggiunto è dato poi dalla possibilità di usufruire di servizi di manutenzione e assistenza sia da remoto sia in house forniti dagli esperti di Olivetti, la Digital Farm del gruppo TIM.

TIM e Comau: l’innovazione IoT a servizio delle aziende italiane e non solo

L’accordo tra TIM e Comau, come appena specificato, sta già dando i suoi frutti. Le aziende del settore manifatturiero – inizialmente italiane e in futuro anche internazionali – potranno scegliere una soluzione che, basandosi su funzionalità di Intelligenza Artificiale, consentirà di ottimizzare i processi di manutenzione predittiva.

Vero e proprio volano di digitalizzazione dei macchinari industriali, la soluzione IoT firmata da TIM e Comau consentirà di dare slancio al flusso produttivo grazie alla possibilità di accedere a una mole a dir poco rilevante di dati, essenziali per pianificare in maniera estremamente mirata le azioni concrete sui singoli macchinari.

Entrando ulteriormente nel dettaglio, facciamo presente che sarà possibile interconnettere tra loro gli impianti industriali, gestendoli a distanza. Si tratta di un passo avanti rilevante rispetto all’approccio tradizionale e di una modalità di lavoro che comporta vantaggi importanti per quanto riguarda la sicurezza e l’affidabilità dei macchinari industriali.

I numeri del mercato IoT in Italia e le prospettive per il futuro

Come già specificato, l’operatività di TIM e Comau come partner non si fermerà entro i confini nazionali. Luigi Gubitosi, amministratore delegato del gruppo TIM, ha infatti sottolineato che l’obiettivo delle due aziende è quello di espandere la propria leadership relativa alle soluzioni industriali per il mercato IoT.

Per quanto riguarda quest’ultimo, per rendersi conto della crescita basta ricordare che, nel 2019, ha raggiunto un valore di oltre 6 miliardi di euro, registrando un aumento del 24% rispetto all’anno precedente.

Un commento sulla partnership sopra citata è arrivato anche da Massimo Mancini, responsabile Enterprise Market di TIM. Il manager ha sottolineato il ruolo di questo accordo ai fini del posizionamento del colosso delle telecomunicazioni nello scenario italiano dell’industrial IoT. Tale mercato, come evidenziato sempre da Mancini, acquisirà sempre più importanza con l’implementazione del 5G e dell’AI.