Bossi contro Salvini: la Lega morirà con lui, al Sud crea solo caos

Bossi contro Salvini morte Lega

Umberto Bossi, ex leader della Lega Nord, di certo non le manda a dire al suo ex pupillo Matteo Salvini. Gli ultimi fatti di cronaca e soprattutto i disordini causati dalla visita del nuovo segretario della Lega a Napoli hanno indispettito non poco il Senatur, che rimpiange i tempi dello slogan Roma Ladrona e via i terroni dal Nord. Dal quartier generale del partito di via Bellerio, Bossi ha rilasciato una intervista a una nota testata giornalistica nazionale e facendo anche delle previsioni funeste per il futuro. Secondo Bossi, la Lega ormai è diventata nazionale e non è più un partito per la liberazione del Nord, tanto che potrebbe morire con Salvini, visto che è stata questa identità del passato a generare gli scontri e il caos al Sud, in particolare a Napoli.

Secondo il Senatur Umberto Bossi, la Lega nazionale è un partito che morirà sotto la guida di Matteo Salvini. Il nuovo leader verde sta sbagliando secondo Bossi, perché non gli serve l’investitura del Sud a nuovo premier d’Italia. La Lega è nata come partito di liberazione del Nord e non potrebbe candidare il suo segretario a premier, visto che è un partito evidentemente territoriale e con una identità precisa. Adeso, invece, è allo sbando pur di prendere voti in più.

Bossi è contro Salvini non solo per la morte certa della Lega nazionale e per il caos che sicuramente poteranno eventuali comizi al Sud Italia: anche il no all’Euro sarebbe una mossa poco intelligente perché gli italiani avrebbero una situazione ingestibile, a cominciare dal costo elevato delle materie prime. Anche la proposta della doppia moneta e la nuova lira di Berlusconi è, per l’ex leader, una autentica baggianata. Inoltre, sottolinea che con Matteo Salvini non si riesce a parlare, diversamente da Zaia: per questo è stato fatto questo nome al posto del segretario attuale della Lega per la poltrona di premier italiano.

Crema Anticellulite Barò Cosmetics, leggi info su sito Ufficiale

1 Commento

  1. La Lega Nord deve mettere alla porta Salvini. La Lega è sempre stato un movimento libero da ideologie, antipartitocrazia, anticomunismo e antifascismo. lo sta portando alla distruzione. Si è già mischiato con i da Fratelli d’Italia a Forza Nuova e Casa Pound. La Lega deve svincolarsi da questo . Lo deve buttar fuori, in omaggio alla sua storia ed ai suoi padri.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*