Cosa sono spazio e tempo? Parola di Carlo Rovelli e Giorgio Vallortigara

Carlo Rovelli, fisico teorico noto per la sua preparazione nella gravità quantistica, e Giorgio Vallortigara, professore ordinario di Neuroscienze al CIMeC dell’Università di Trento, daranno una spiegazione sul tempo e lo spazio insieme al rettore dell’Università di Trento, Paolo Collini.

 

Spazio e tempo, la spiegazione degli esperti

L’incontro nasce dall’idea di dare vita ad un dialogo tra diversi saperi e diversi punti di vista sul mistero che attanaglia spazio e al tempo. Martedì 20 febbraio alle 20.30 all’Auditorium di via Tommaso Gar a Trento, si argomenterà il punto di vista del fisico che studia la gravitazione universale, dove l’assolutezza del tempo si dissolve in un relativismo che lo lega all’osservatore e le dimensioni dello spazio e del tempo sono fuse in un unico spazio-tempo vibrante le cui oscillazioni abbiamo potuto sentire solo recentemente.

Allo stesso tempo verrà argomentato pure il punto di vista del neuroscienziato che spiega la percezione che abbiamo dello spazio osservando il comportamento animale e ricerca come il nostro senso dell’orientamento in una dimensione temporale o spaziale dipende da circuiti neuronali che configurano il nostro pensare.

Secondo l’idea di un economista, dall’analisi dei flussi finanziari e dei processi macroeconomici si spiegherà come le dimensioni spaziali o temporali potrebbero non essere più categorie idonee a spiegare fenomeni locali e globali in un mondo che non ha confini e non ha pause.

Spazio e tempo, chi sono Carlo Rovelli e Giorgio Vallortigara?

Carlo Rovelli, professore ordinario di Fisica teorica all’Università di Marsiglia (Francia), ha studiato a Bologna, Padova e Trento. Vincitore di numerose onorificenze e premi, nel 1995 conquistò il premio internazionale Xanthopolous per i suoi studi sulla natura dello spazio e del tempo.

Ha scritto più di 250 pubblicazioni scientifiche, due trattati tecnici sulla gravità quantistica e di libri per il largo pubblico. Il suo libro ‘Sette brevi lezioni di fisica‘ è stato venduto in oltre un milione di copie nel mondo.

Giorgio Vallortigara è invece autore di più di 250 articoli scientifici ma ha seguito soprattutto lo studio della cognizione animale e delle sue basi neuronali. Ha prestato particolare attenzione ai temi dell’asimmetria del cervello e della sua cognizione dello spazio.

 

Informazioni su Alessia D’Anna 538 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.