Drogometro: lo strumento per la verifica della guida sotto stupefacenti

0
Drogometro: lo strumento per la verifica della guida sotto stupefacenti

Drogometro, è questo il nome del dispositivo adottato dalla Polizia Stradale durante i controlli di routine. Lo strumento in soli 8 minuti può svelare se l’automobilista è sotto effetto di sostanze stupefacenti. Il drogometro come l’alcoltest funziona analizzando la saliva.

Come riporta Ansa, le prime sperimentazioni sono partite nel 2015. Centinaia i controlli effettuati sulle strade italiane. All’inizio del prossimo mese verranno diffusi i primi dati del drogometro e c’è molta attesa perché l’operazione ha consentito di salvare molte vite. Si prospettano numeri shock soprattutto dai giovanissimi. Sempre Ansa ha potuto assistere dal vivo alla sperimentazione del drogometro durante un controllo serale effettuato dalla Polizia Stradale di Bergamo. Gli agenti hanno riferito che negli ultimi due anni un automobilista su cinque di quelli fermati era risultato positivo al drogometro.

L’impegno delle forze dell’ordine per rendere più sicure le strade non si ferma e il drogometro è un ottimo strumento. Gli automobilisti si mettono alla guida sotto effetto di sostanze stupefacenti senza capire che sono un pericolo per sé stessi e per gli altri. L’ultimo caso di cronaca è quello che ha visto coinvolto l’attore di 1993 Domenico Diele attualmente indagato per omicidio stradale e detenuto in carcere perché, nonostante il giudice abbia concesso i domiciliari nella sua casa di Roma, non ci sono braccialetti elettronici disponibili. Diele è risultato positivo a cannabinoidi e oppiacei ma ha detto che si è distratto con il cellulare.