Firefox Quantum e siti compromessi, nuova funzione contro furto dei dati

0
Firefox Quantum e siti compromessi, nuova funzione contro furto dei dati

Una nuova funzione di Mozilla Firefox potrebbe segnalare i siti pericolosi e il furto dei dati personali, ecco come

Mozilla Firefox difende gli utenti: nuovo aggornamento tutela utenti dopo visitato siti compromessi

Dopo la ricerca arrivata dall’Università di Princeton si è parlato molto del session replay scripts: solo negli Stati Uniti, sono oltre 400 le pagine web che effettuando questa procedura assolutamente truffaldina e illegale,  rubando i dati degli utenti che navigano sui vari siti Internet. Il motore di ricerca Firefox sembrerebbe aver risolto definitivamente il problema grazie a un nuovo aggiornamento anti truffa.

Firefox Quantum in prima linea contro i furti di database

La nuova funzione verrà inclusa nel nuovo aggiornamento di Firefox Quantum. Mozilla continuerà ad introdurre miglioramenti per proteggere la navigazione degli utenti, e una difesa potrebbe essere la visualizzazione di un avviso per i siti compromessi. Secondo indiscrezioni, questa funzione dovrebbe permettere di verificare se le credenziali di accesso, di solito indirizzo email o username, devono obbligatoriamente essere modificate a causa di un probabile furto del database subito dagli stessi fornitori del servizio. Insomma, il browser si sta autotutelando dagli hacker e permetter ai suoi fruitori di avere un livello alto di difesa, specialmente dopo le clamorose falle sulla sicurezza di siti e motori di ricerca considerati inespugnabili.

Mozilla Firefox, come funziona il nuovo aggiornamento anti truffatori di Quantum

La funzionalità anti intrusione è ancora in fase di sviluppo, ma è disponibile sotto forma di add-on. Si sa che è già stato pubblicato il codice sorgente che deve essere compilato e aggiunto a Firefox Developer Edition. Significa che quando un utente visiterà un sito compromesso, apparirà un pop-up che permetterà di digitare l’indirizzo email. Sicuramente il codice sarà integrato nel browser. Scopo di questo aggiornamento importante è dire agli utenti come difendersi, inserendo password diverse per più servizi e cambiandole una volta visitato un sito poco affidabile.