Imu terreni agricoli 2017: esenzioni e calcolo dell’imposta

Imu terreni agricoli 2017: esenzioni e calcolo dell’imposta
Come Aumentare il Seno naturalmente.CLICCA per Info!

La Legge di Stabilità 2016 ha introdotto importanti novità per l’Imu 2017 sui terreni agricoli. Negli ultimi anni vi sono state molte variazioni ma finalmente è stata fatta chiarezza sul calcolo di imposta e sulle esenzioni. La circolare n. 9/1993 ha chiarito che i terreni montani sono esenti, pertanto occorre visionare la stessa per controllare la lista completa.

Sono esenti dal pagamento Imu 2017 i terreni agricoli condotti da coltivatori diretti, gli imprenditori agricoli professionali (art. 1 D. Lgs. n. 99 del 29/03/2004) iscritti al fondo, quelli a “immutabile destinazione agrosilvo-pastorale a proprietà collettiva indivisibile e inusucapibile”, i terreni incolti o gli orti non adibiti alle attività indicate nell’art. 2135 del Codice Civile. Dopo aver esaminato quali sono le esenzioni passiamo a fornire maggiori dettagli sul calcolo Imu 2017 per i terreni agricoli. L’aliquota unica soggetta a variazione percentuale è compresa tra il 4,6% e il 10,6 per mille. Per i terreni incolti che non rientrano tra quelli indicati in precedenza, l’aliquota ordinariaè dello 0,76% (varia da un minimo di 0,46% ad un massimo di 1,06%) al reddito domenicale rivalutato del 25% e moltiplicato per il coefficiente 135.

La scadenza per il pagamento dell’Imu 2017 sui terreni agricoli è fissata per il 16 giugno se il contribuente vuole versare l’importo in un’unica soluzione, altrimenti il termine per il saldo della seconda rata è il 16 dicembre. L’imposta sugli immobili si può pagare con bollettino postale o modello F24.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*