Mister Friuli Venezia Giulia 2017 è senegalese, la sua risposta alle frasi razziste

0
Mister Friuli Venezia Giulia 2017 è senegalese, la sua risposta alle frasi razziste

L’elezione di Mister FVG non è piaciuta molto perché è un ragazzo di colore: immediata la risposta al razzismo e ai cyberbullsimo su Facebook.

Insulti Razzisti su Facebook contro Mister Friuli Venezia Giulia 2017, cosa risponde

Alioune Diouf, 18enne di origini senegalesi, è al centro di una polemica social per qualcosa che mai si sarebbe aspettato. Il ragazzo non è solo un giocatore di basket, bensì Mister Friuli Venezia Giulia. Quello che fa più male è leggere i commenti negativi, le minacce a sfondo razzista, lo sdegno e l’ironia su Facebook perché è un ragazzo di colore. Tutti indicativi delle difficoltà di una parte del popolo friulano (non tutti i friulani, chiariamolo) di accettare la trasformazione della società del territorio. Alioune è originario del Senegal (dove ha lasciato i genitori e cinque fratelli) e vive a cinque anni a Cividale Del Friuli, in provincia di Udine. Il suo agente, Fabrizio Astolfi, ha denunciato la vicenda al Messaggero Veneto. Il giocatore militante con la Virtus Feletto in serie C Silver di basket e con la Apu Gsa tra gli Under 20 parla perfettamente italiano e friulano e studia nella stessa cittadina per diventare termoidraulico.

Friuli società multietnica o politically correct?

Può l’elezione di Mister Friuli Venezia Giulia 2017 trasformarsi in un dibattito politico? Sì, se il dettaglio che non è sfuggito ai vari leoni da tastiera è quello del colore della pelle. Non importa che abbia 18 anni, abiti di Cividale del Friuli, frequenti la quinta superiore, giochi a pallacanestro e  che sia altissimo e abbia un fisico scultoreo. Per questo, la sua incoronazione entra dunque di diritto nel tormentato dibattito sull’identità degli italiani, che separa i tifosi della purezza della razza dai sostenitori della società multietnica, proprio come cita il giornale friulano. Primato Nazionale, un quotidiano “sovranista”, si schiera contro il politically correct che avrebbe indotto la giuria a scegliere lui come rappresentante della bellezza made in FVG.

Polemica Mister FVG di colore, Alioune Diouf si sente italiano e soprattutto friulano

E, dopo le polemiche, parla proprio Mister Friuli Venezia Giulia 2017: riferisce al Messaggero che lo hanno trattato sempre bene, e tutti lo hanno aiutato, sia al convitto di Cividale dove ora vive, sia al di fuori, asserendo di aver trovato una seconda famiglia in terra friulana. Il suo agente si è detto allucinato per tutti questi commenti razzisti, visto che quando gioca l’Udinese, nessuno guarda il colore della pelle dei giocatori di calcio e non capisce perché ci siano problemi con i concorsi di bellezza. Anche il Friuli vive una realtà multietnica, anche se Alioune Diouf si sente italiano e, soprattutto, friulano.