Sonda Parker: sarà possibile toccare il sole?

0
Sonda Parker: sarà possibile toccare il sole?

Avere un contatto diretto con la nostra stella, addirittura toccare il Sole. A quanto pare, quella che sembrava essere fino a poco tempo fa una semplice illusione, diventerà realtà attraverso la sonda Parker. La navicella partita da Cape Canaveral qualche ora fa è munita di tutte le precauzioni possibili per avvicinarsi in maniera quasi decisiva al Sole. Il progetto è stato portato a termine dopo una decina di anni di lavoro: la sonda Parker fornirà prime informazioni tra tre mesi mentre, per avere il quadro generale ricercato, si dovrà attendere quasi sette anni.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Come sarà possibile l’impresa della sonda Parker?

Da un lato l’effetto suggestivo donato dal milione di persone e più che hanno deciso di lasciare la loro firma sulla sonda (in totale, per la precisione, sono un milione 137 mila 202), in attesa di quella che potrebbe essere una vera e propria impresa per l’uomo, un cinquantennio dopo lo sbarco sulla Luna.

Dall’altro, la vera e propria impresa per la sonda. Non sarà la distanza da percorrere, ma le modalità che dovranno essere adottate per studiare attentamente la stella. L’uomo ha già raggiunto, con Voyager 1, distanze 140 volte maggiori, ma l’energia al decollo che è stata adottata è 55 volte maggiore rispetto a quella utilizzata per Marte. Atterrare sul Sole non è difficile, data l’altissima attrazione gravitazionale della stella (la cui massa è pari al 99,8% dell’intero sistema solare). La sonda, però, deve avvicinarsi al Sole e fermarsi a 6,1 milioni di chilometri della sua superficie. Le manovre sono più complesse e richiedono una velocità orbitale molto elevata.

Le precauzioni adottate dallla sonda Parker

Rimanere al riparo dalle alte temperature del Sole è l’obiettivo principale della sonda Parker, progettata per resistere fino a 1377 gradi centrigradi.

Le problematiche, ovviamente, non riguarderanno soltanto la temperatura, ma anche il calore prodotto dalla stella e l’energia cinetica della stessa. Per questo motivo, la sonda è stata progettata con uno scudo termico largo 2,4 metri e pesante appena 72 kg sui 600 complessivi della sonda. In questo modo, gli elementi della sonda saranno tenuti “all’ombra”, ad una temperatura di appena 30 gradi.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS