Tappy, l’anello che è una carta di credito

By | 1 febbraio 2017

Dimenticatevi le carte di credito, i bancomat ma anche i cellulari contactless: la nuova frontiera per i pagamenti è un semplice anello, ma ad alta tecnologia. Si chiama Tappy, è stato sviluppato e brevettato da un’azienda di Hong Kong e di recente ha fatto il suo debutto al CES di Las Vegas ma sarà commercializzato in tutto il mondo a cominciare dagli Usa da aprile 2017, con un prezzo che si aggira attorno ai 100 dollari.

Ma come funziona Tappy? Ad un promo aspetto sembra un comune anello, anche se molto elegante, ma nasconde un segreto. Infatti è dotato di un’antenna NFC integrata che permette di effettuate il pagamento contactless semplicemente avvicinandolo al PoS. Inoltre non ha nemmeno bisogno di essere ricaricato, perché rimane sempre collegato al conto bancario del suo possessore attraverso una app.

Molto più di un gadget quindi, prodotto in ceramica e non in metallo in modo che non ci siano interferenze con la comunicazione via wireless. La Tappy Technologies che l’ha inventato assicura che ci sono già almeno dieci aziende pronte ad acquistarlo per produrlo in grandi quantità. Ed è soltanto il primo passo, perché sarebbe già pronta la stessa tecnologia da applicare anche a braccialetti e altri accessori da indossare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *