Bad Bunny va in pausa nel 2023: la star si prende del tempo per sé

0
Dopo due tour consecutivi e un nuovo album nel 2022, Bad Bunny si prenderà il prossimo anno per concentrarsi sulla sua salute emotiva e fisica.

Dopo due tour consecutivi e un nuovo album nel 2022, Bad Bunny si prenderà il prossimo anno per concentrarsi sulla sua salute emotiva e fisica.

Bad Bunny va in pausa nel 2023

Bad Bunny, alias Benito Antonio Martínez Ocasio, ha avuto un anno pieno di impegni, con due tour consecutivi e un album tra i più ascoltati di sempre. Ora è finalmente pronto per una pausa.

In una recente intervista con Billboard, l’artista in cima alle classifiche ha affermato che il 2023 sarà l’anno in cui fermarsi un momento, sedersi e godersi i suoi successi.

Il 2023 è per me, per la mia salute fisica, la mia salute emotiva, per respirare. Festeggiamo. Andiamo di qua, andiamo di là, andiamo in barca. Ho un paio di impegni sporadici e andrò in studio, ma non c’è pressione. Ricordati di te stesso, cabrón. Ti sei fatto il culo

Il 2022 di Bad Bunny: tra album da record e tour negli stadi

Bad Bunny ha dato il via al suo 2022 con il suo primo grande tour post-pandemia, “El Último Tour del Mundo”. Nel tour nelle arene ha portato sul palco la musica del suo secondo e terzo album in studio, “YHLQMDLG” e “El Último Tour Del Mundo”, entrambi pubblicati nel 2020. Il tour è iniziato a Denver il 9 febbraio e si è concluso a Miami il 3 aprile.

Quattro mesi dopo, l’artista da record ha iniziato il suo secondo tour dell’anno – e il primo tour negli stadi, per promuovere il suo album “Un Verano Sin Ti”, diventato il secondo album più ascoltato nelle prime 24 ore nella storia di Spotify, subito dopo “Midnights” di Taylor Swift. La prima parte del tour ha riguardato gli stadi degli Stati Uniti, per la seconda parte del tour Bad Bunny si è spostato in America Latina.

L’intervista di Bad Bunny a Billboard: perché la pausa nel 2023

Durante un’intervista con Billboard, Bad Bunny ha dichiarato che prenderà una pausa e ne ha spiegato le ragioni, focalizzandosi sulla necessità di prendersi del tempo per se stesso, mettendo al primo posto la sua salute fisica ed emotiva, non rincorrendo il successo e godendosi i traguardi raggiunti fino ad ora.

Sono a un punto in cui, qualunque cosa accada, non rincorro nulla. Ad esempio, non stavo cercando una collaborazione con Drake. È stato molto spontaneo. Ora è diverso. Ora tutti vogliono collaborare con me”

Ma Bad Bunny rivela che tutto questo successo per lui è stato inaspettato, e non era nei suoi piani:

Volevo semplicemente farcela. Perché? Perché amo quello che faccio. Creo beats da quando avevo 13 anni, scrivevo, cantavo canzoni nella mia testa. Non ho mai detto di voler essere il più grande o il migliore o il più ricco. L’ho fatto perché lo amavo e il mio unico sogno era riuscire a guadagnarci da vivere. Ed è quello che è successo”

E conclude ammettendo umilmente: “Te lo giuro, se dovessi vivere la mia vita cantando per 100 persone ogni fine settimana, ne sarei stato perfettamente felice”.