Bonus bolletta 2022: chi può ottenerlo, come richiederlo e a quanto ammonta

0
Bonus bolletta 2022 come richiederlo, a quanto ammonta, requisiti

Con l’ultimo Decreto Energia, approvato il 21 marzo 2022, saranno di più le persone che potranno usufruire del bonus elettricità e gas. Dal 1° aprile, infatti, fino al prossimo 31 dicembre, si potranno avere dei ribassi in bolletta. Purtroppo, questa piccola agevolazione non vale per tutti: anche in questo caso ad avere una grande importanza è l’Isee, che indica la situazione economica del nucleo familiare. L’estensione di questo bonus ad una platea più grande si deve al fatto che, mentre prima solo le famiglie da un reddito di 8.265 euro potevano avere questo tipo sostegno, adesso la soglia si è alzata fino a 12.000 euro. L’agevolazione può essere sfruttata sia da chi ha un contratto con il mercato libero dell’energia, sia da chi ne ha uno con il servizio elettrico nazionale. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito del nuovo bonus bolletta per l’energia elettrica.

Bonus bolletta 2022 a quanto ammonta?

Il 30 marzo l’Arera (Autorità di regolazione per l’energia) ha dichiarato, attraverso delle stime, che il prossimo trimestre ci sarà finalmente un ribasso di bollette, dopo un anno e mezzo di caro-bollette: si stima che il prezzo dell’energia elettrica scenderà del 10, 2% e quello del gas del 10 %. Nonostante ciò, purtroppo, i conti per gli italiani sono ancora aspri: si stimano 948 euro l’anno per la luce e 1652 euro per il gas, poiché l’aumento dei prezzi all’inizio del 2021 ha lasciato i suoi pesanti strascichi: un aumento vertiginoso del 131% di energia elettrica e del 94% del gas.

Sconvolgenti sono anche i dati delle imprese: il costo annuo delle bollette è raddoppiato da 20 a quasi 40 miliardi di euro, 6 milioni di questi finanziati dallo stato. Sicuramente la situazione in Ucraina, non ha fatto e non farà altro che peggiorare le cose, soprattutto con la decisione di Putin di esportare il gas solo attraverso dei pagamenti in rubli.

Bonus bolletta: requisiti, chi può richiederlo e come ottenerlo

Come già detto, quest’agevolazione è a disposizione di tutti coloro che hanno un reddito fino a 12.000 euro e non bisogna avere particolari contratti per ottenerla. Ma quale procedura seguire per riuscire ad averla? Molto semplicemente, si tratta di un sostegno che si riceve automaticamente, con uno sconto diretto in bolletta. Unico passaggio necessario: presentare la dichiarazione Dsu per ottenere l’Isee. Passaggi da seguire:

  • Presentare la Dichiarazione sostitutiva unica, per dimostrare la situazione di disagio economico.
  • Per fare ciò collegarsi al sito MyInps e utilizzare il servizio per l’Isee precompilato, oppure chiedere un aiuto tramite il servizio telefonico Contact center (numero fisso: 803 164; numero mobile: 06 164 164)
  • Si otterrà il modello Isee e automaticamente si ricorrerà al procedimento per ottenere il Bonus, con l’Inps che farà giungere i dati all’Acquirente Unico, in collaborazione con Arera.
  • A questo punto, ultimo passaggio: i dati vengono trasmessi ai fornitori di luce e gas che si preoccuperanno di applicare gli sconti in bolletta.