Chi è Elnaz Rekabi: l’atleta iraniana scomparsa dopo la gara senza velo

0
Elnaz Rekabi, la scalatrice iraniana che ha gareggiato senza indossare l'hijab, è scomparsa: non si hanno sue notizie dal giorno dopo la competizione.

Elnaz Rekabi, la scalatrice iraniana che ha gareggiato senza indossare l’hijab, è scomparsa: non si hanno sue notizie dal giorno dopo la competizione.

Elnaz Rekabi gareggia senza velo per protesta contro il regime in Iran

Elnaz Rekabi è una scalatrice professionista che ai Campionati Asiatici di Arrampicata Sportiva tenuti a Seul, Corea del Sud, ha gareggiato senza indossare il velo, in segno di protesta contro il regime in Iran.

Lo stesso regime contro cui le donne iraniane si stanno scontrando da più di un mese: è iniziato tutto il 16 settembre, giorno in cui la 22enne Mahsa Amini perde la vita dopo l’arresto della polizia per non aver indossato correttamente il velo.

Prendendo apertamente posizione e partecipando alla competizione senza il velo a coprirle il volto, Elnaz Rekabi ha infranto la legge della Repubblica islamica dell’Iran. Il suo gesto di dissenso è stato definito storico dall’emittente televisiva dell’opposizione Iran International.

Elnaz Rekabi si schiera così al fianco delle donne che nelle piazze dell’Iran contrastano le forze di polizia, danno fuoco ai loro hijab in segno di protesta, e perdono la vita nel tentativo di conquistare la libertà. Secondo le stime sarebbero più di 200 le persone uccise nelle repressioni dell’ultimo mese.

La scomparsa di Elnaz Rekabi: non si hanno notizie dal giorno dopo la competizione

Da un paio di giorni non si hanno notizie di Elnaz Rekabi, la scalatrice iraniana che a Seul ha gareggiato ai Campionati senza indossare l’hijab, trasgredendo in segno di protesta i dettami della Repubblica Islamica.

L’atleta, 33 anni, è molto conosciuta nel panorama sportivo iraniano, avendo ottenuto nel 2021 la medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali di arrampicata. Il suo gesto di dissenso contro il regima iraniano ha attirato l’attenzione del mondo intero, forze di polizia iraniane comprese.

Sembra infatti che ad Elnaz Rekabi fossero stati sequestrati telefono cellulare e passaporto. La fonte delle dichiarazione, che ha preferito restare anonima, non ha aggiunto altri dettagli ma l’ipotesi più probabile è che l’atleta possa essere stata arrestata e riportata in Iran per essere incarcerata.

Elnaz Rekabi potrebbe essere stata arrestata e in procinto di raggiungere il carcere iraniano

A sostenere l’ipotesi di incarcerazione anche IranWire, il sito gestito dai giornalisti dell’opposizione al regime iraniano, secondo cui Elnaz Rekabi sarebbe stata condotta all’ambasciata iraniana a Seul, dove si troverebbe ancora adesso nell’attesa di tornare in Iran. In ambasciata le avrebbero comunicato l’arresto del fratello Davud Rekabi, e con la promessa di liberarlo l’atleta si sarebbe convinta a consegnare passaporto e cellulare. Una volta sul suolo iraniano, Elnaz Rekabi verrà probabilmente condotta al carcere di Evin, luogo di detenzione dei prigionieri politici.