Come pulire l’ufficio: guida completa per un ambiente pulito

0
ufficio

Dite la verità, non dedicate all’ufficio il giusto tempo per le pulizie. Spesso la pulizia del luogo di lavoro viene decisamente trascurata, ma se ci pensiamo bene è il posto in cui passiamo tutta la giornata cinque giorni alla settimana nella maggior parte dei casi. Quindi perché dovrebbe essere meno pulito di casa nostra? Pulire a sufficienza l’ufficio è fondamentale per eventuali allergie alla polvere da parte vostra, ma soprattutto bisogna garantire ai clienti un luogo perfettamente pulito.

In questo articolo vi ricordiamo tutti gli elementi che non dovete dimenticare di pulire in un ufficio e soprattutto vi diamo qualche consiglio per farlo.

Come pulire il computer

Spesso non si dedica abbastanza attenzione al nostro strumento principale di lavoro, ossia il computer. È fondamentale pulirlo in ogni sua componente, a partire dallo schermo.

Lo schermo infatti deve essere pulito più volte alla settimana per evitare accumuli di polvere che potrebbero danneggiarne l’interno. Per pulire lo schermo del computer ed eliminare eventuali impronte e macchie va più che bene un semplice panno in microfibra leggermente inumidito. Piccola avvertenza: mai spruzzare direttamente il prodotto sullo schermo e staccate la spina del computer prima di pulirlo.

Dopo aver pulito lo schermo, potete passare alla tastiera del vostro pc. La utilizzate ogni giorno ed è probabilmente l’elemento più sporco di tutto l’ufficio, quindi merita una pulizia con un disinfettante a base di alcool per eliminare germi e parassiti. Utilizzate sempre un panno in microfibra per eliminare lo sporco generale e dei cotton fioc inumiditi per pulire lo spazio tra i tasti, dove spesso si accumulano briciole e polvere.

Come pulire la scrivania

Base d’appoggio di ogni tuo oggetto di lavoro, la scrivania necessita di una pulizia totale almeno due volte alla settimana. No, non basta passare distrattamente un panno tra un oggetto e l’altro. Dovrete togliere tutto quello che si trova sopra ed eliminare la polvere e i batteri passando un panno inumidito con una soluzione disinfettante. Successivamente sistemate il computer, i vostri documenti e tutta la cancelleria in maniera ordinata, utilizzando anche i cassetti.

Un piccolo trucco se vi dovesse capitare di non avere a disposizione i panni in microfibra è quello di utilizzare dei fogli di carta come quelli con cui vi asciugate le mani nei bagni, un esempio sono gli asciugamani di carta di Puliveneta che potete ordinare comodamente sul sito.

Come pulire la sedia

La sedia non è da meno rispetto agli elementi che abbiamo nominato fino ad ora, infatti anche questa si sporca molto facilmente. A prescindere dal modello, la sedia dell’ufficio viene usata tutti i giorni e vi ci sedete dopo essere stati sul sedile dell’auto, di qualche mezzo pubblico e magari al ristorante o in mensa per la pausa pranzo. Anche la sedia, quindi, necessita di una pulizia accurata più volte alla settimana.

Come metodo di pulizia di base, vi basterà munirvi di un panno morbido per rimuovere tutti gli accumuli di polvere presenti.

Al contrario, se dovessero esserci macchie particolari perché vi è capitato di rovesciare il caffè o di sporcarla con la penna, dovrete agire in base al rivestimento della sedia:

  • Se la vostra sedia è in tessuto non lavabile dovrete per forza utilizzare uno smacchiatore che si usa per la tappezzeria, in modo che non danneggi ulteriormente il tessuto stesso. Seguite sempre le istruzioni del singolo prodotto in questione per svolgere l’operazione.
  • Se invece la vostra sedia è in tessuto lavabile, potrete inumidire una spugna morbida in una soluzione di detersivo adatto al tessuto e acqua, per poi passarla sulla macchia che volete togliere. Per quanto riguarda le macchie di inchiostro, queste sono più facilmente rimovibili con alcool e cotone, ma ricordatevi sempre di sciacquare e far prendere aria alla sedia per un’asciugatura ottimale.