Cosa fare con il Prosciutto Cotto

0
prosciutto cotto

Il prosciutto cotto è un salume tipico italiano ottenuto dalla coscia del maiale. Importantissima è l’indicazione del taglio anatomico utilizzato in quanto il prosciutto di ottiene esclusivamente dalla coscia dell’animale diversamente dalla spalla che viene, appunto, identificata come spalla cotta.

Quest’ultima, nonostante i valori nutrizionali affini, in realtà è un taglio meno pregiato della coscia. La lavorazione del prosciutto cotto consta di fasi ben precise che contribuiscono a regalare un prodotto finito corredato da caratteristiche organolettiche ben precise.

I produttori mirano, innanzitutto, a salvaguardare le caratteristiche di partenza attraverso una salatura minima e una cottura adeguata. In una prima fase, le cosce del maiale vengono pressate e schiacciate.

Quindi, si passa alla salatura con aggiunta di sale, aromi e un quantitativo minimo di conservati, ad esempio, i nitriti. La zangolatura altro non è che il massaggio fatto alla carne per far meglio penetrare la salamoia nei tessuti.

Infine, la coscia viene inserita in stampi sotto pressione e cotta a vapore. Altre varianti sono l’affumicatura e la cottura arrosto.

Prosciutto cotto: calorie e valori nutrizionali

Il prosciutto cotto è un prodotto alimentare ricco di valori nutrizionali importanti. L’apporto calorico e lipidico è abbastanza significativo anche se inferiore ad altri salumi. Esso, infatti, contiene molto meno grassi rispetto al prosciutto crudo.

Importante, invece è il contenuto di sodio a causa del quale il consumo deve essere limitato in persone soggetti a ipertensione. Vediamo, ora di riassumere in breve i contenuti nutrizionali e le calorie presenti in 100 g di prosciutto cotto.

Valori nutrizionali

  • Valore energetico- Calorie 138 Kcal/575kj
  • Acqua 72,20 g
  • Carboidrati disponibili 1,70 g
  • Proteine 15,70 g
  • Lipidi 7,60 g
  • Saturi totali 3,20 g
  • Monoinsaturi totali 3,52 g
  • Polinsaturi totali 0,50 g
  • Colesterolo 48,60 g
  • Sodio 2,10 mg su
  • Potassio 311 mg
  • Ferro 0,49 mg
  • Calcio 6 mg
  • Fosforo 126 mg
  • Magnesio 12 mg
  • Zinco 1,10 mg
  • Rame 0,08 mg
  • Vitamina E 0,09 mg
  • Vitamina B6 0,37 mg

Come cucinare il prosciutto cotto

Il prosciutto cotto è un alimento molto versatile e adatto alla preparazione di antipasti, primi piatti e secondi. D’estate è l’elemento principe di insalate di pasta e riso fredde, involtini, piatti di affettati e molto altro ancora.

La piacevolezza del gusto non cambia neanche se viene inserito in preparazioni cotte come cordon-bleu, involtini di manzo, pasticcio di pasta, riso al forno. La sua versatilità è di grande aiuto in cucina soprattutto quando si ha poco tempo per cucinare.

Tenere una confezione di prosciutto cotto affettato è sempre la scelta più pratica. Un tramezzino con formaggio a fette e prosciutto cotto è l’idea geniale per uno snack veloce.

I bambini amano il prosciutto cotto per il suo gusto delicato e gustoso. Per loro sono pensate ricette che coniugano la bontà e l’apporto nutritivo essenziale al loro sviluppo.

I bambini non amano molto i piatti complicati, quindi il prosciutto può essere la base di polpette, crocchette e anche frittatine. Il prosciutto cotto a cubetti aggiunto alle verdure assicura il giusto apporto di proteine.

Per questo non dovrebbe mai mancare sulla tavola sia d’estate che d’inverno. Il prodotto si presta anche alla guarnizione di pizze, calzoni, arancine di riso e supplì.

Infine, questo salume è da considerarsi l’ingrediente ideale nella preparazione di panini soffici per una festa di bambini oppure per torte fredde da pic-nic. É proprio il caso di dire: Mille idee per mille ricette!

I 10 Abbinamenti perfetti con prosciutto cotto

Questo alimento assicura il giusto apporto di sapidità alla ricette arricchendole di gusto. L’esaltazione dei sapori di base avviene perché il prosciutto cotto oltre alla quantità di sale conferisce aromaticità attraverso le spezie naturali aggiunti in fase di lavorazione della coscia del maiale.

  1. Pane friabile e croccante. La ciabatta priva di mollica si presta all’abbinamento col prosciutto per il piacevole contrasto creato tra il croccante e il morbido del salume.
  2. Torta fritta. Questa specialità romagnola dal gusto neutro è ideale per accogliere l’equilibrato sapore del prosciutto.
  3. Pane morbido per tramezzini. Un velo di maionese spalmata sul pane morbido accoglie il prosciutto cotto in maniera eccellente.
  4. Latticini. I prodotti a base di latte come ricotta, mozzarella e formaggi morbidi presentano un gusto morbido e dolce.
  5. Piselli. Il prosciutto abbinato ai piselli tenderà ad esaltare la freschezza di questi ultimi contribuendo all’amalgama del piatto.
  6. Funghi. I funghi si prestano alla preparazione di piatti che prevedono l’aggiunta di prosciutto cotto poiché esso ne esalta la morbidezza smorzando la tendenza amarognola.
  7. Patate. L’ortaggio ha un sapore piuttosto neutro da richiedere la sapidità e l’aromaticità del prosciutto cotto nella preparazione di insalate, contorni e pure.
  8. Zucchine. Queste verdure hanno un gusto che dal delicato vira verso l’amarognolo in funzione della preparazione. Il prosciutto bilancia questa caratteristica.
  9. Frutta. L’associazione del prosciutto cotto con ananas, mirtilli, lamponi, fragole e pompelmi risulta vincente soprattutto d’estate.
  10. Vini giovani fermi o frizzanti e birre chiare accompagnano elegantemente il prosciutto cotto contrastandone il gusto sapido e aromatico.

Prosciutto cotto: il salume che unisce

Le ricette presentate prevedono l’aggiunta di prosciutto cotto per valorizzare carne, verdure ma anche lievitati. Il salume arricchisce piacevolmente ogni preparazione senza interferire sui sapori primari.

Il suo gusto gradevole e la piacevolezza fa la felicità di grandi e piccini a tavola. É proprio il caso di affermare che mette tutti d’accordo!

Fonte delle informazione: https://salumipasini.com/