Elezioni politiche: che cos’è il tagliando antifrode e a che cosa serve?

0
Elezioni politiche che cos'è tagliando antifrode come funziona, sistema per non contraffare risultati elettorali

Chi ha avuto la possibilità di votare, in occasione delle elezioni politiche del 25 settembre del 2022, si è reso conto del fatto che la procedura è più prolungata rispetto alle elezioni tradizionali. Il motivo, al di là dell’affluenza in crescita in molti comuni e grandi città, è stato determinato anche dalla presenza di un nuovo dispositivo, che permette di eliminare qualsiasi rischio di contraffazione delle schede elettorali, in modo da rendere il voto assolutamente sicuro. Si tratta del cosiddetto “tagliando antifrode”, che ha rallentato molte code per effettuare le elezioni ma che assicura il giusto risultato delle stesse. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a tal proposito.

Tagliando antifrode: che cos’è il dispositivo utilizzato in occasione delle elezioni politiche del 2022?

Introdotto con la realizzazione della legge elettorale del Rosatellum, il tagliando antifrode è un dispositivo che permette di rendere le elezioni sicure e le votazioni assolutamente non contraffatte. Si tratta di uno strumento, infatti, che permette la buona riuscita delle elezioni, in modo da assicurare che il voto di ogni elettore sia valido. Per comprendere il funzionamento del tagliando antifrode, bisogna innanzitutto comprendere di che cosa si tratti: chi ha avuto modo di votare se ne sarà reso conto, osservando una parte in più (rispetto alla forma rettangolare della scheda) che sporge dal lato esterno della scheda elettorale.

Il tagliando è una piccola linguetta di carta, che presenta un bollino recante un codice numerico e un segmento perforato, che permette al tagliando di essere strappato dopo l’assicurazione del voto. Il codice numerico presente sul bollino permette ad ogni scheda di essere unica, e associabile ad un solo elettore. In questo modo, qualsiasi tentativo di contraffazione o sostituzione della scheda sarà assolutamente scongiurato.

Come funziona il tagliando antifrode e come evitare la contraffazione delle schede?

Dopo aver preso in considerazione che cosa sia il tagliando antifrode, si potrà proseguire attraverso l’analisi del suo funzionamento. Nel momento in cui si presentano il proprio documento di identità e la propria tessera elettorale, i cui dati verranno indicati da parte degli scrutatori, il Presidente di seggio dovrà indicare quale sia il codice presente sul bollino del tagliando antifrode; il codice verrà indicato in un’apposita sezione dallo scrutatore, in modo da accertare l’avvenuto controllo della scheda. 

A voto ultimato, il codice dovrà essere nuovamente controllato: nel caso in cui corrisponda, vorrà dire che non ci sarà stata contraffazione delle schede; in questo modo, si potrà strappare la linguetta e riporre le schede nei rispettivi contenitori (Camera e Senato). Nel caso in cui non dovesse esserci corrispondenza, il voto sarà annullato e l’elettore non avrà la possibilità di votare nuovamente.