Moda e Design: le piccole-medie imprese scelgono l’online

0
moda

Il Covid-19 ha messo a dura prova le aziende, le quali si sono trovate da un giorno all’altro in una situazione senza precedenti. La chiusura dei negozi, ma anche di fiere e mercati, ha comportato per le piccole-medie imprese la mancanza del canale primario di business e conoscenza.

L’entusiasmo però non è venuto meno e la risposta è stata la ricerca di forme alternative di visibilità e commercio. L’e-commerce era un trend in ascesa già prima della pandemia ma è con essa che ha visto la definitiva consacrazione, rivelandosi un canale capace di dare nuove opportunità a tutti. Tra questi i piccoli artigiani i quali hanno trovato proprio nella rete e nei social la visibilità che veniva loro a mancare. Non solo sui loro profili ma anche su piattaforme di marketplace come Mooza dove si possono trovare le proposte di moda e design alternative a quelle dei grandi marchi.

Un fenomeno che non si è esaurito con la ripartenza ma che sta continuando a dare risultati interessanti: online e negozio in presenza non sono opposti, ma piuttosto complementari. I piccoli artigiani, ora che gli eventi sono ripartiti, hanno acquisito nuove competenze e opportunità.

I punti di forza dell’artigianato italiano oggi

I grandi stilisti e designer italiani hanno in comune una cosa: la cultura artigianale di provenienza. Sono tutti partiti dall’apprendimento delle tecniche locali unite, col passare del tempo, a creatività e passione. Basta pensare alle storie di Gianni Versace, Antonio Marras ma anche di architetti come Renzo Piano. L’Italia è un paese dove la cultura degli oggetti fatti a mano, di qualunque tipologia essi siano, è diffusa secondo modalità diverse tipiche della regione di provenienza.

I punti di forza dell’artigianato italiano oggi sono la base culturale di eccellenza e la possibilità di apprendere, anche per un giovane, pratiche che si tramandano da generazioni. Ricordiamo che quando si ha tra le mani un prodotto realizzato presso una realtà piccola, ma anche i grandi marchi a volte fanno questa scelta per nicchie particolari di produzione, si ha un pezzo unico e irripetibile nel suo genere. E questo è un altro elemento a favore non di poco conto.

Spesso si pensa che le opere di moda e design fatte a mano siano più costose. Un dato che non corrisponde al vero: gli artigiani, anche a fronte di non poco lavoro, mettono a disposizione le loro proposte il più delle volte a prezzi accessibili.

L’artigianato italiano è vivo ed è un qualcosa che continua a piacere, anche all’estero. Perché realizza prodotti unici, belli, inseriti all’interno di una cultura millenaria e disponibili a cifre competitive. Ecco perché è destinato, pur nelle difficoltà, a durare.

Perché si è affermato l’online

Le piccole-medie imprese stanno scegliendo l’online per tanti motivi, non solo per avere un canale alternativo a quello fisico. Andando più nel dettaglio possiamo affermare che:

  • I canali online stimolano l’interazione tra le persone.
  • Portano gli artigiani a unirsi tra loro su piattaforme comuni e a farsi conoscere da persone che diversamente non raggiungerebbero.
  • Il web ha il vantaggio che non presenta costi importanti.
  • È un tipo di piattaforma che non chiude mai, sempre accessibile.
  • Permette all’impresa di raccontare più a fondo la sua storia.

I piccoli artigiani hanno bisogno di tutti questi fattori per la loro realizzazione e l’online, indubbiamente, rappresenta per loro un’opportunità di crescita destinata a durare anche dopo la pandemia.