Vacanze pet friendly: le caratteristiche imprescindibili di una struttura

0
vacanza

Gli animali domestici sono sempre più presenti nelle nostre case. Per loro siamo pronti a spendere cifre molto importanti e, soprattutto, non abbiamo nessuna intenzione di lasciarli da soli quando si tratta di partire per le vacanze.

Negli ultimi anni, non a caso, il settore dei soggiorni pet friendly ha letteralmente preso il volo. Per rendersene conto, basta rammentare la crescita, sul web, del numero dei portali aggregatori di riferimenti di strutture ricettive pet friendly. Oggi come oggi, ce ne sono in ogni parte di Italia. Anche se, come appena detto, online si possono trovare numerose informazioni, non fa mai male passare in rassegna le caratteristiche imprescindibili che devono avere.

Gli spazi adeguati

Un criterio importantissimo da considerare perché si possa parlare di struttura ricettiva pet friendly è l’adeguatezza degli spazi. Entrando nel vivo di questo aspetto, ricordiamo, per esempio, la possibilità di usufruire di balconi abitabili nelle camere da letto. Inoltre, come si può leggere sulle pagine del sito Pappasole.it, il portale ufficiale di uno dei più famosi villaggi vacanze in Toscana e nel centro Italia in generale, conta molto anche la presenza di un’area di sgambamento sufficientemente estesa.

Nessuna limitazione per quanto riguarda la taglia

Molto spesso, quando si passano in rassegna i vari indirizzi di hotel e villaggi con lo scopo di prenotare una vacanza, capita di leggere avvertenze come “Si accettano animali di taglia piccola”. Ecco: queste non sono strutture pet friendly. Le realtà che rispondono a questo criterio, non fanno alcuna distinzione relativa alla taglia dei nostri amici a 4 zampe.

Cuccia e ciotola

Non importa che si scelga di affittare un bungalow o di prendere una camera da letto. La presenza di una cuccia e di una ciotola è fondamentale perché si possa parlare di struttura ricettiva pet friendly.

Il nodo dell’igiene

Negli ultimi due anni in particolare, abbiamo imparato come mai prima il ruolo dell’igienizzazione e della sanificazione nelle strutture turistiche. Nel momento in cui si ha a che fare con realtà pet friendly, l’attenzione a questo aspetto deve essere amplificata. Ciò è cruciale sia per il comfort degli ospiti che non hanno portato con sé animali, sia per la salute dei nostri amici, per i quali, giustamente, si cerca una vacanza all’insegna della tranquillità, con la certezza di tornare a casa senza avere a che fare con fastidiose malattie.

Regalo di benvenuto anche per loro

Parliamoci chiaro: arrivare in hotel e trovare un regalino di benvenuto – p.e. un bicchiere di spumante e un paio di cioccolatini – è meraviglioso, una coccola per gli occhi, il palato e il cuore. Una buona struttura pet friendly dovrebbe prevedere lo stesso anche per i nostri amici a 4 zampe. Le alternative sono davvero tante e vanno, giusto per fare un paio di esempi, dal biscottino fino al gioco.

Regole in evidenza

Una struttura pet friendly di qualità non si limita a ospitare animali di tutte le taglie, ma mette anche in primo piano regole chiare per quanto riguarda i tempi e le modalità di fruizione degli spazi. In questo modo, si garantiscono serenità e comfort sia ai padroni di animali, sia a chi, invece, non ha portato con sé in vacanza alcun pet.

Assistenza veterinaria

Quando si parla di strutture ricettive attente alle esigenze dei nostri amici animali, non si può non chiamare in causa la presenza di un riferimento riguardante l’assistenza veterinaria.

Da non dimenticare, infine, è la presenza della spiaggia attrezzata e il fatto che, in tutti i contesti, spetta ai padroni sorvegliare i propri amici a 4 zampe e cercare, se possibile, di lasciarli incustoditi per poco tempo.

Infine, non va mai dimenticata l’importanza di utilizzare la medaglietta di riconoscimento e la museruola nelle aree comuni.