Viaggi in aereo: le nuove regole per mascherine, Green Pass e Plf

0
Viaggi in aereo nuove regole, mascherine, Green Pass, Plf

A partire da lunedì 16 maggio 2022 sono numerosissime le novità che riguardano i viaggi in aereo, in virtù di tutte le nuove regole che sono previste a proposito degli allentamenti delle misure di sicurezza riguardanti i viaggi in aereo; tra le tantissime novità che riguardano cittadini italiani e turisti provenienti dall’estero, molte sono a proposito di mascherine, Green Pass e Plf. Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito delle nuove regole per i viaggi in aereo.

Viaggi in aereo: le mascherine sono ancora obbligatorie?

Prima nuova regola da considerare, per quanto riguarda i viaggi in aereo a seguito dell’allentamento delle misure di sicurezza, riguarda l’utilizzo delle mascherine. Le mascherine non sono più obbligatorie per i viaggi in aereo, secondo la normativa dell’Unione Europea relativa all’allentamento delle misure di sicurezza per i viaggi in Europa. Per questo motivo, non sarà più necessario indossare la mascherina per i viaggi in aereo, a meno che il paese da cui si parte o verso cui si arriva non preveda degli ordinamenti nazionali differenti.

Ad esempio l’Italia, così come altre nazioni, dovrà attenersi ancora alle disposizioni del Ministro della salute Roberto speranza, che sancisce, invece, che i viaggi in aereo da e per l’Italia dovranno prevedere l’utilizzo obbligatorio della mascherina di sicurezza. Secondo l’ordinamento europeo, qualora ci siano delle decisioni nazionali contrarie a quelle prese da parte dell’Unione Europea, avranno più valore in materia di sicurezza. Per questo motivo, chi parte dall’Italia o che arriva in Italia attraverso un viaggio in aereo dovrà servirsi della mascherina.

Viaggi in aereo serve il Green Pass?

Novità anche sul fronte Green Pass, che non è praticamente più obbligatorio nella maggior parte dei paesi europei per i viaggi in aereo. I paesi che preservano l’obbligo di Green Pass per i viaggi in aereo sono Germania, Austria, Spagna, Portogallo e Italia. L’Italia sancisce che, per i viaggi in aereo, il Green Pass dovrà essere effettuato entro 72 ore, nel caso in cui venga ottenuto da tampone molecolare, o 48 ore, nel caso in cui sia ottenuto da tampone antigenico. In alternativa, sarà necessario presentare il Green Pass da guarigione da Coronavirus o da vaccinazione effettuata; coloro che non sono in possesso di una certificazione verde valida hanno l’obbligo di restare in isolamento fiduciario per 5 giorni, oltre i quali dovranno sottoporsi a un tampone.

Plf non più necessario per i viaggi in aereo

Infine, le nuove regole riguardano l’annullamento dell’utilizzo del PLF, il passenger locator form. Il documento che veniva utilizzato per i viaggi tra paesi dell’Unione Europea, nel quale stabilire alcune tipologie di dati, tra cui dati anagrafici e relativi al proprio soggiorno all’estero, non verrà più utilizzato. L’Italia, così come altri paesi, si è adeguata alle disposizioni prese dall’Unione Europea, per quanto sarà comunque consigliato aggiornarsi a proposito delle specifiche regole di alcuni paesi che, come la Francia, non hanno ancora aderito definitivamente alla decisione.