Boris 4: torna la serie più satirica d’Italia, disponibile su Disney+

0
Il 26 ottobre arriva su Disney+ la quarta stagione di Boris, la serie satirica italiana ormai diventata cult.

Il 26 ottobre arriva su Disney+ la quarta stagione di Boris, la serie satirica italiana ormai diventata cult.

Boris 4 in streaming su Disney+ dal 26 ottobre

Boris, eccellenza satirica italiana, torna su Disney+ dopo dodici anni con la quarta stagione: Boris 4, in streaming dal 26 ottobre.

La serie si era distinta già ai suoi esordi, nel primo decennio del 2000, con tre stagioni prodotte in breve tempo una dopo l’altra.

Nel 2022 Boris torna in grande stile con la quarta stagione, e lo fa su Disney+: è significativo che la serie sia disponibile su una piattaforma streaming piuttosto che trasmessa in televisione, poiché anche le prime stagioni hanno trovato il successo tra i giovani in rete. Il ritorno di Boris direttamente sulla rete non può che essere la scelta più adatta.

Boris: la serie satirica cult della televisione italiana

Boris è un prodotto televisivo che indaga la realtà televisiva: le prime tre stagioni erano una serie nella serie, e facevano satira sulla televisione generalista italiana, sul suo moralismo intrinseco e sulle produzioni altezzose che celano una mancanza di fondamento e significato.

La sfida principale con cui Boris deve confrontarsi nel rilascio della quarta stagione è adattarsi alla realtà contemporanea e alle sue novità: una serie che ha fatto ridere quasi 15 anni fa, riuscirà a far ridere anche adesso? Agli spettatori l’ardua sentenza.

Certo è che dai temi affrontati dalla quarta stagione sembra emergere un ritorno trionfante di Boris, in perfetta linea con i tempi.

I protagonisti saranno alle prese con la produzione e distribuzione di una serie sulla vita di Gesù, e nel portare a termine il progetto si confronteranno con gli elementi tipici della televisione contemporanea, in primis le piattaforme streaming e la loro egemonia, il controllo sulle produzioni e la pressione esercitata affinché si adotti un modus operandi internazionale. Tutti i progetti devono essere approvati, e per avere l’OK dalla piattaforma è necessario che la serie sia conforme all’algoritmo, che incombe sui protagonisti ignari di quale sia esattamente il suo significato.

Altro ostacolo da affrontare nella realizzazione della serie riguarda l’assicurarsi che questa sia inclusiva, multietnica, e in generale politicamente corretta: sfida che può rivelarsi ardua per un team di produzione così radicato nell’italianità.

Il cast di Boris 4, in streaming dal 26 ottobre

I protagonisti di Boris 4 sono: Alessandro (Alessandro Tiberi), manager della piattaforma di streaming che distribuirà la serie Vita di Gesù, concepita da Stanis LaRochelle (Pietro Sermonti) e dalla sua casa di produzione SNIP (So Not Italian Production), in cui lavora sua moglie, Corinna (Carolina Crescentini).

Altri personaggi sono: René Ferretti (Francesco Pannofino) il regista, con l’assistente alla regia Arianna (Caterina Guzzanti), alla fotografia Duccio Patané (Antonio Bruschetta), aiutato da Lorenzo (Carlo Luca De Ruggieri); poi Biascica (Paolo Calabresi), Mariano (Corrado Guzzanti), gli sceneggiatori (Valerio Aprea, Andrea Sartoretti e Massimo De Lorenzo) e ovviamente Boris, il pesce rosso. Infine, non per importante, Sergio (Alberto Di Stasio), che partecipa alla produzione dalla prigione, e Lopez (Antonio Catania) che ora è produttore.