Chi è Penny Mordaunt: biografia e carriera politica della candidata a Primo Ministro inglese dopo Liz Truss

0
Gran Bretagna. Penny Mordaunt è la prima candidata ufficiale per la successione di Liz Truss come leader del Partito Conservatore e Prima Ministra inglese.

Gran Bretagna. Penny Mordaunt è la prima candidata ufficiale per la successione di Liz Truss come leader del Partito Conservatore e Prima Ministra inglese.

Biografia di Penny Mordaunt, in corsa per Downing Street

Penelope Mary Mordaunt, di origini irlandesi, nasce nel 1973. Suo padre, John Mordaunt, prestò servizio nel reggimento paracadutisti prima di riqualificarsi come insegnante e successivamente come operatore giovanile per l’Hampshire Council. Sua madre, Jennifer (nata Snowden), era un’insegnante di sostegno.

Mordaunt ha studiato alla Oaklands Roman Catholic Comprehensive School di Waterlooville, nell’Hampshire, e ha studiato recitazione alla Victoryland Theatre School. Per pagarsi gli studi, Mordaunt ha lavorato in una fabbrica Johnson & Johnson ed è diventata assistente mago di Will Ayling.

Mordaunt ha attribuito il suo interesse per la politica alle sue esperienze mentre lavorava negli ospedali e negli orfanotrofi della Romania, che affrontava i postumi della rivoluzione del 1989.

Mordaunt ha studiato filosofia all’Università di Reading, laureandosi nel 1995 con lode: era attiva nella politica studentesca e prestò servizio come presidentessa dell’Unione degli studenti.

Carriera politica e incarichi di rilievo di Penny Mordaunt, possibile futura PM britannica

Penny Mordaunt diventa una parlamentare inglese nel 2010. Nel 2014 Mordaunt viene nominata Sottosegretaria di Stato presso il Dipartimento per le Comunità e il Governo Locali dal primo ministro David Cameron. Durante il suo incarico è stata accusata dal sindacato dei vigili del fuoco “di aver ingannato i parlamentari sulle assicurazioni fornite ai vigili del fuoco dalle autorità antincendio su cosa sarebbe successo alle loro pensioni se non avessero superato i test di idoneità”.

Nel 2015 Mordaunt è stata nominata Ministro di Stato per le Forze Armate, diventando la prima donna a ricoprire la carica. Nel 2016, in seguito alla nomina di Theresa May a Primo Ministro, Mordaunt è stata nominata Ministro di Stato per le persone disabili, il lavoro e la sanità presso il Dipartimento per il Lavoro e le Pensioni. È stata poi promossa a Segretaria di Stato per lo Sviluppo Internazionale.

Mordaunt è stata Ministro per le Donne e le Pari Opportunità nel 2018. Nominata Segretaria di Stato alla Difesa nel 2019, è stata la prima donna a ricoprire l’incarico; licenziata da Boris Johnson dopo il suo insediamento a Downing Street, ha lasciato il governo a luglio 2019 per poi rientrarci come Paymaster General nel febbraio 2020.

La posizione di Penny Mordaunt sulla Brexit

Nel Referendum sulla Brexit del 2016, Mordaunt ha sostenuto l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Durante la campagna referendaria, Mordaunt ha affermato che il Regno Unito non aveva diritto di veto sull’adesione della Turchia all’Unione Europea. Poiché si tratta di una disposizione del Trattato sull’Unione europea, e ogni paese dell’UE ha diritto di esprimere un veto, Mordaunt è stata accusata di aver mentito sulla questione.

Quando è stata contestata la sua affermazione, Mordaunt ha dichiarato: “C’è una disposizione per un veto, ma non avremmo potuto utilizzarla perché David Cameron si è impegnato a sostenere l’adesione della Turchia e dopo aver preso questo impegno con la Nato, non avrebbe potuto fare passi indietro”.

Mordaunt ha ribadito la difesa dei suoi commenti del 2016 durante la campagna per la leadership del Partito conservatore nel 2022.

Penny Mordaunt candidata a leader del Partito conservatore e Premier inglese

A seguito delle dimissioni di Liz Truss durante la crisi del governo del Regno Unito dell’ottobre 2022, Mordaunt si candida alla leadership del Partito conservatore e PM.

È la prima a candidarsi ufficialmente, i suoi avversari saranno l’ex cancelliere dello Scacchiere Rishi Sunak e l’ex Primo Ministro Boris Johnson.