Dopo la reunion continua il successo dei Ricchi e Poveri

0

I Ricchi e Poveri, che recentemente hanno partecipato alla trasmissione televisiva “A grande richiesta” con Carlo Conti, in occasione del 50esimo anniversario della loro partecipazione al Festival di Sanremo, hanno raccontato della loro reunion in una intervista.

Il grande successo del gruppo

I Ricchi e Poveri sono una formazione vocale che nel corso degli anni grazie alle loro canzoni di successo ha portato la musica italiana in tutto il mondo. Canzoni come “Che sarà, La prima cosa bella, e Mamma mia” sono diventate dei veri e propri simboli. Il gruppo lo scorso anno ha deciso di tornare a cantare nella formazione originale, quella composta da Franco Gatti, Angelo Sotgiu, Marina Occhiena e Angela Brambati, dopo che Marina e Franco avevano lasciato il gruppo. Il successo di pubblico era stato immediato ed il gruppo aveva anche programmato un tour in tutta Italia, che è stato poi annullato a causa della pandemia, mettendo un freno alle nuove ambizioni di successo. Ospitati sulla Rai anche nella trasmissione condotta da Milly Carlucci, “Il cantante mascherato”, i Ricchi e Poveri hanno in seguito pubblicato anche un doppio album intitolato “Reunion” all’interno del quale si trovano tutte le loro canzoni di successo, eseguite con nuovi arrangiamenti.

La prima volta dei Ricchi e Poveri al Festival di Sanremo

Come dichiarato anche nel corso della trasmissione televisiva, i Ricchi e Poveri in quella prima partecipazione avevano fatto la parte dei “tappabuchi”, dato che Gianni Morandi, che doveva cantare “La prima cosa bella” non poteva più eseguirla e quindi all’ultimo momento gli organizzatori del festival avevano chiamato loro. Marina Occhiena ha spiegato che all’inizio pensavano che la canzone non avesse possibilità di successo se era stata scartata da un cantante famoso come Morandi, ma una volta ascoltata si sono subito convinti della sua bellezza. L’anno successivo, come racconta Franco Gatti, era successa la stessa cosa, con la canzone “Che sarà”, anche questa scartata dal cantante di Monghidoro. Nella loro terza esibizione a Sanremo i Ricchi e Poveri presentarono il brano intitolato “Un diadema di ciliegie” con il quale si classificarono soltanto 11esimi e notarono come i fotografi li snobbarono. In totale i Ricchi e Poveri hanno calcato il palco del Festival per 12 volte, piazzandosi al primo posto nel 1985 con la canzone intitolata “Se m’innamoro“, quando il gruppo non pensava proprio di vincere.