Pompei, nuova domus: Casa dei Vettii riapre dopo 20 anni

0
Pompei, riapre Casa dei Vettii: lussuosa domus romana che restituisce opere d'arte e architetture di valore inestimabile. Era chiusa per restauro.

Pompei, riaperta Casa dei Vettii: lussuosa domus romana che restituisce opere d’arte e architetture dal valore inestimabile. Era chiusa per restauro dagli anni ’90.

Pompei, nuova domus: Casa dei Vettii riapre al pubblico

Dopo circa 20 anni di difficoltosi restauri, finalmente Casa dei Vettii riapre al pubblico. La lussuosa domus romana restituisce a Pompei e ai suoi visitatori una struttura di oltre un chilometro quadrato, adornata con dipinti, statue, fontane dal valore inestimabile.

Alla riapertura di Casa dei Vettii erano presenti il direttore del Parco archeologico Gabriel Zuchtriegel, che ha definito la domus “una casa simbolo, una cappella Sistina di Pompei, nonché il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, che ha dichiarato:

“Dobbiamo essere all’altezza della grandezza che la storia ci ha trasmesso, serve davvero una grande passione umana per fare certi lavori. Pompei rappresenta un unicum mondiale, la memoria della nostra identità nazionale e della nostra comunità. Quando visitiamo luoghi come Pompei, avvertiamo la presenza delle nostre radici e la memoria dell’intera umanità, perché la storia, come insegna Benedetto Croce, è sempre un fatto umano contemporaneo”

Casa dei Vettii: un restauto durato 20 anni

Casa dei Vettii non è una nuova aggiunta al vastissimo patrimonio archeologico di Pompei, bensì un reperto cui scavi cominciarono nel lontano IX secolo. I lavori di restauro della domus sono stati avviati per la prima volta nel 2002, per poi essere ripresi nel 2016 sotto la direzione del direttore di allora, Massimo Osanna.

I restauratori, innumerevoli ed esperti in diverse professionalità (archeologi, architetti, ingegneri, esperti di giardinaggio), hanno portato a termine un lavoro straordinario che restituisce al pubblico Casa dei Vettii nel suo splendore originario. Tra i diversi problemi affrontati dai restauratori, anche l’instabilità delle coperture aggravata dal terremoto dell’Irpinia.

I fratelli Vettio: chi erano i proprietari della domus

Casa dei Vettii è appartenuta ai fratelli Aulo Vettio Restituto e Aulo Vettio Conviva, liberti diventati ricchi con il commercio del vino. Ex schiavi che hanno ottenuto un prestigio tale da entrare con tutti gli onori nella società pompeiana.

I due fratelli hanno acquistato la casa, costruita nel II secolo a.C, e l’hanno restaurata senza badare a spese: dai giardini ricchi di fontane e statue, agli interni dipinti secondo lo sfarzo del cosiddetto “quarto stile”.

In altre parole Casa dei Vettii a Pompei è un gioiello dell’antichità da non perdere.