Monopattino per adulti, le ultime novità

0
monopattino

Il mondo dei monopattini elettrici si sta espandendo a sempre maggiore velocità. Ebbene. in questo senso diventa impossibile non sottolineare come la novità rappresentata da LYNX faccia già gran parlare di sé. Ormai, in commercio, si possono trovare così tanti modelli che vien difficile anche solo quale possa essere quello maggiormente in grado di soddisfare le proprie esigenze. I migliori monopattini per adulti, in fondo, sono quelli che riescono semplicemente a soddisfare alcuni requisiti, come ad esempio stabilità, affidabilità e sicurezza, ma che rispondono poi anche alle singole preferenze dal punto di vista estetico.

L’interessante progetto che è stato lanciato da TO.TEM

Per chi non l’avesse ancora compreso, LYNX non è altro che il nome che è stato assegnato a un monopattino elettrico, che si può comprare mediante la piattaforma di crowdfunding denominata Indiegogo, anche per via del fatto che ci sono spesso e volentieri dei prezzi da capogiro. Ebbene, il progetto che è stato lanciato da parte della startup torinese TO.TEM, ovvero Torino Technologies and Electric Mobility, ha già sorpassato il suo obiettivo legato al finanziamento da ricevere su Indiegogo.

LYNX è un monopattino che può contare su una struttura a tre ruote, di cui due posteriori e una anteriore. In questo modo, questo, viene garantito un livello di stabilità, ma anche di sicurezza alla guida, notevolmente maggiori. Al tempo stesso, però, si è ottenuto tale risultato senza dover scendere a compromessi in merito alle caratteristiche tecniche di un monopattino, ovvero senza dover rinunciare a leggerezza e facilità di trasporto.

Le principali caratteristiche di LYNX

Questo monopattino, come si può facilmente intuire, è stato realizzato interamente entro i confini italiani. Tra le principali caratteristiche troviamo indubbiamente il fatto di poter contare su delle gomme antiforatura a nido d’ape, che possono essere da 10 oppure da 8 pollici. Non solo, visto che offre anche frecce e delle luci che sono facilmente visibili.

Tra gli aspetti più interessanti troviamo la presenza di una batteria modulare ed estraibile con grande facilità, che può tornare utile per viaggiare con il monopattino da 20 fino al massimo a 40 chilometri. Questa batteria consente di raggiungere un livello sicuramente più elevato sia in termini di autonomia che dal punto di vista della leggerezza.

Due maniglie poste ai lati di questo monopattino elettrico riducono notevolmente ogni inconveniente legato al trasporto. Infatti, ci sono due maniglie che permettono di collocarlo come trolley o meno. Direttamente dall’universo automobilistico, invece, è stato ripreso un sistema molto particolare, che è stato ribattezzato “Collision alert”. Si tratta di un sistema che, in poche parole, andando a sfruttare l’intelligenza artificiale, oltre che una telecamera posteriore, va a diffondere un avviso nel caso in cui dovesse sopraggiungere qualsiasi tipo di mezzo a ruota.

Manca lo schermo, ma solo ed esclusivamente per via del fatto che si è voluto lasciare, sul portatelefono, il proprio smartphone, in maniera tale da poter sfruttare un display. È finita qui? Assolutamente no, dato che tra le caratteristiche di LYNX dobbiamo mettere in evidenza anche come sia stato, praticamente per l’intero, realizzato con materiali riciclabili. Volete un esempio? La pedana in legno, senza dimenticare il telaio costruito in alluminio con un chiaro stampo di derivazione ciclistica.

Il supporto alla mobilità sostenibile

Nel corso degli ultimi tempi, si sta parlando, oltre che di monopattini elettrici, anche di un argomento che è strettamente correlato, ovvero quello legato alla mobilità sostenibile e ai vari incentivi che si stanno stanziando in quest’ultimo periodo.

Nello specifico, il Governo italiano sta cercando di dare una mano e sostenere tutti quegli investimenti che sono stati fatti da parte delle imprese che hanno prodotto servizi e beni all’interno della filiera dei mezzi di trasporto pubblico su gomma e di sistemi intelligenti dedicati al trasporto.

Nel corso di una delle ultime direttive che sono state diffuse, emerge come il Ministro Stefano Patuanelli abbia proprio sottolineato lo stanziamento di 100 milioni di euro, che andranno ai Contratti di Sviluppo per la mobilità sostenibile.