Lunedì in albis: perché il giorno di Pasquetta si chiama così?

0
Perché si dice lunedì in albis, perchè il giorno di Pasquetta si chiama così

Se il giorno di Pasqua è il più importante, durante un anno, nell’ambito della tradizione cristiana, non si può che dire diversamente della Pasquetta. Si tratta di un giorno particolarmente importante nella tradizione cristiana e pagana, dal momento che tantissime persone tendono a festeggiare durante il giorno di Pasquetta passando una giornata fuori, a contatto con la natura e – abitualmente – consumando il cibo avanzato dal giorno prima. Una delle tradizioni che riguardano la Pasquetta porta a parlare di questo giorno denominandolo lunedì in albis. Ma perché il giorno di Pasquetta si chiama così e perché si parla di lunedì in albis? Ecco tutto ciò che c’è da sapere a proposito della tradizione in questione.

Lunedì in albis: perché si chiama così?

Il motivo per cui il giorno di Pasquetta viene chiamato lunedì in albis deriva da un errore nell’interpretazione di una tradizione cristiana, secondo la quale si usa battezzare i bambini appena nati nella notte di Pasqua. Secondo l’interpretazione della tradizione cristiana, i bambini che devono essere battezzati devono vestire di bianco durante tutta la settimana e, per questo motivo, si servono di vesti in albis, cioè ricoperte di bianco.

Ovviamente, la scelta che porta a parlare di lunedì in albis è dettata da un errore nell’interpretazione della tradizione, dal momento che si parla più correttamente di settimana in albis o di domenica in albis. Non esiste, in altre parole, di nessuna tradizione consolidata che porti a battezzare i bambini di lunedì. Tuttavia, nel corso degli anni l’espressione di lunedì in albis è diventata particolarmente consolidata nel parlare del giorno di Pasquetta, che viene chiamato anche in questo modo da parte di tutti coloro che amano festeggiare durante questa giornata particolarmente importante per la tradizione.

Perché il giorno di Pasquetta si chiama anche lunedì dell’angelo?

Un altro modo con cui si parla del giorno di Pasquetta nell’ambito della tradizione è lunedì dell’angelo. Anche in questo caso la tradizione che ha giustificato questa scelta è stata travisata da parte di coloro che festeggiano questa giornata. Secondo la stessa, infatti, l’Angelo è colui che ha annunciato a Maria e Maddalena la risurrezione di Cristo; non bisogna confondere, però, la Pasqua cristiana con quella ebraica, che cadono in due giorni differenti e che, per questo, giustificherebbero il motivo per cui si parla di lunedì dell’angelo, anche se i giorni della narrazione biblica non coincidono con quelli reali.